Scuola e Educazione

Pedagogia della tolleranza - Paulo Freire

Ciao,

ho ripreso a leggere un bel libro del famoso pedagogista-educatore-docente Freire e verso pagina 227 leggo: "Per me il dialogo è una esigenza della mia finitezza cosciente" e poi, sintetizzando, "in fondo in fondo noi esseri umani siamo esseri storici, e dunque aperti al nuovo. Anche l'albero del mio giardino e i miei due cani sono esseri viventi e aperti al nuovo, ma non sono coscienti di esserlo. Ed ecco che ciò che ci caratterizza ci permette di essere educandi, di apprendere. Sono apprendista, sono allievo perché, essendo aperto al nuovo, sono cosciente di esserlo".

E ancora, sul tema della speranza, "il personale processo di ricerca è di per se stesso speranzoso; la disperazione è un incidente di percorso e non la necessità, nell'essere umani. So che il mondo per come è realmente ci chiama ogni giorno a disperare, ma anche avendo 74 anni posso affermare che dopo un secondo di disperazione io con tutto me stesso mi muovo per realizzare un clima di speranza".

Chiudendo il libro rifletto sulla festa di Liberazione, alla cui celebrazione ho finito or ora di partecipare, sul nostro essere italiani anche grazie ai nostri predecessori. E sono contento di essere cittadino di una Repubblica fondata sul  lavoro. Lavoro che ogni giorno mi apre al dialogo e alla speranza.

 

Il viaggio del docente

"Parti: esci. Esci dal ventre della madre, dalla culla,
dall’ombra che scende dalla casa del padre e dai paesaggi giovanili.
Al vento, alla pioggia: fuori mancano i ripari.
Le tue idee iniziali ripetono solo parole antiche.
Giovane: vecchio pappagallo.
Il viaggio dei fanciulli, ecco il senso essenziale della parola greca pedagogia.
Apprendere dà inizio all’erranza.
Esplodere in brandelli per avviarsi su un cammino dall’esito incerto
richiede un eroismo di cui soprattutto l’infanzia è capace:
una infanzia che, per lo più, bisogna sedurre per poter insegnare.
Sedurre: condurre altrove.
Sviare dalla direzione chiamata naturale.
Per l'altrove.
Queste sono le tre prime estraneità, le tre variazioni dell’alterità, tre primi modi di esporsi.
Perché non c’è apprendimento senza esposizione, spesso pericolosa all’altro.
Non saprò mai più chi sono, dove sono, donde vengo, dove vado, per dove passare.
Mi espongo all’altro, all’estraneità".

(Michel Serres, Il mantello di Arlecchino)
 

L'Italia investa maggiori risorse in scuola

Nel 2011 per ogni 100 euro di prodotto interno loro, 4,2 euro alla scuola. Poco, rispetto all'Europa (fonte ISTAT via Openpolis). Inoltre in un anno i Comuni principali italiani spendono in media 127 euro a persona per l'istruzione (fonte Openbilanci via Openpolis).

Che succederà in questo nuovo anno accademico?

Portale di mappe concettuali per navigare nel mio sito

Cari colleghi e colleghe, in attesa che mi chiamino per una nuova supplenza, nuove classi e nuove avventure, ecco una proposta.

Nodi e legami, stazioni di partenza e di arrivo, un viaggio per orientarsi e condividere pensieri, scelte e azioni. Senza dimenticare la mia mail marco.rizzinellixxx@gmail.com (senza le x).

Per mezzo del server online di CmapTools possiamo infatti visualizzare una mappa e ad ogni nodo collegarci ad altre mappe... Wow!

--> INSEGNARE ALLE SUPERIORI <--

---------|--> Stimolo: osservando un pendolo posso conoscere l'accelerazione di gravità?

                    --> VIA BREVE PER LA RISPOSTA <--

 

Io non ho paura

Insegnare senza paura, come se fossimo clandestini

lanciare i nostri destini, respirare serenamente.

 

Io non ho paura di quello che ci cambia.

Non puoi vederlo.

 

L'amore è sangue futuro e coraggio

navighiamo su campi di grano

bellezza in una mano

 

Non rispondi? Fa più rumore nel silenzio il tuo pensiero

Mi sentirai se grido?

 

Io non ho paura

 

Il tempo non ci aspetta,

ma ho riconosciuto in tanti occhi le mie stesse paure

nel frutto, alza lo sguardo

e io da qui ti sentirò vicino.

 

Sono più sereno,

io non ho paura di quello che non posso vedere

io non ho paura di quello che non so spiegare.

 

Ma le ho riconosciute in tanti occhi le mie stesse paure,

e aspettare è quel segreto che vorrei insegnarti...

e adesso alza lo sguardo,

difendi con l'amore il tuo passato,

e io da qui ti sentirò vicino.

 

(ispirato alla canzone 'io non ho paura' di Fiorella Mannoia)

Aggiornamento sito proferizzinelli.altervista.org

In questo periodo di vacanze colgo l'occasione per riordinare e inserire materiale utile per la didattica.

Twitterò i vari aggiornamenti, che puoi trovare navigando su proferizzinelli.altervista.org.

Colgo l'occasione per augurare a tutti e tutte un felice anno nuovo!

 

Una mappa del programma di scienze delle medie

In questo periodo di ferie vorrei preparare uno schema utile e panoramico sui contenuti del programma di scienze alle medie.

Ho in primo luogo installato "cmaptools", programma gratuito (qui) con guida (qui).

Sul web ci sono varie mappe di questo tipo. Due che ho trovato (con duckduckgo.com) sono un percorso di biologia e geologia (qui) e una di biologia sul tronco delle piante (qui).

Altre se ne trovano sui server del programma stesso Cmaptools, cliccando direttamente su "Cerca" dopo aver scelto come filtri le mappe "in locale e in tutti i server" (qui).

Per la creazione delle mie mappe ho iniziato con un lavoro sulle scienze in generale, e poi sull'etologia, che mi appassiona molto in questo periodo (qui).

Percorso Abilitante Speciale in Emilia Romagna

Sono usciti gli ammessi degli idonei, e ci sono anche io per la A59 - scienze matematiche fisiche chimiche e naturali alle medie.

Ecco qui gli elenchi.

Attendiamo la proposta delle università per capire iscrizioni e calendario.

 

Le mappe concettuali per la didattica

Cari colleghi e care colleghe, ho aggiornato la sezione del mio moodle

http://proferizzinelli.altervista.org/course/view.php?id=18

con materiale utile (ricordo di inserire "scuola" in username e in password).

 

Un cammino insieme al popolo

Ciao a tutti, propongo in queste brevi righe un sommario di un testo fantastico dell'autore Clodovis Boff. E' datato 1984 ma profetico e fruibile per chiunque tra noi si sente educatore o educatrice popolare.

Introduzione : l'arte di lavorare con il popolo
assumere il rischio...
a chi è destinato questo lavoro...
cassetta dei ferri e non ricettario...

Conversione di classe dell'animatore
situazione iniziale: la società divisa...
la necessaria conversione di classe...
ciò che si deve lasciare: l'ideologia...
ciò che si deve mantenere: i valori universali...
come trasferire nel popolo valori di derivazione non popolare...
conversione dell'animatore interno?

Il particolare impegno dell'animatore

L'inserimento dell'animatore;
La mistica del lavoro popolare;
Azione - riflessione, metodo del lavoro popolare;
Metodo di riflessione con il popolo;
Metodologia dell'azione diretta;
Pastorale popolare, confronto religione - vita;
Tecniche del lavoro popolare;
Epilogo.

Pagine

Subscribe to Scuola e Educazione